Il pittore e il pesce. Una poesia di Raymond Carver, un’opera di Carlo Dalcielo


000. Il pittore e il pesce: tutta l’opera, 2

(torna alla prima parte dell’opera)

Continuò a camminare finché arrivò al pontile
con i suoi piloni mezzi marci. La pioggia cadeva
più forte ora. Sibilava quando colpiva
l’acqua.

I lampi andavano e venivano.
I lampi scoccavano nel cielo
come ricordi, come rivelazioni.

Proprio
quando era sul punto di disperare,
un pesce saltò fuori dall’acqua
scura sotto il pontile

e ricadde in acqua

e poi venne su di nuovo come una saetta
per ergersi sulla coda e scrollarsi tutto!

Il pittore poteva a stento credere
ai suoi occhi, alle sue orecchie! Aveva appena
avuto un segno – anche se la fede non c’entrava
niente. La bocca gli si spalancò
di colpo.

Quando raggiunse casa

aveva smesso di fumare e raccolse
Ii pennello.

Era pronto a ricominciare,
ma non sapeva se una sola
tela sarebbe bastata per contenere tutto.

Non
importa. Avrebbe continuato
su un’altra tela, se necessario.

O tutto o niente.

Lampi, acqua,
pesce, sigarette, carte, macchinari,
il cuore umano, quel vecchio porto.

Anche le labbra della donna contro
il ricevitore, anche quelle.

Le sue labbra arricciate.


L’elenco degli artisti partecipanti è qui. Il testo intero della poesia di Raymond Carver Il pittore e il pesce è qui. Il volume Il pittore e il pesce. Una poesia di Raymond Carver, un’opera di Carlo Dalcielo raccoglie tutti i testi e tutte le immagini. Può essere acquistato direttamente presso l’editore minimum fax.

Annunci







%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: