Il pittore e il pesce. Una poesia di Raymond Carver, un’opera di Carlo Dalcielo


Scoop di Exibart. Intervistato Carlo Dalcielo
aprile 18, 2008, 2:13 pm
Filed under: Notizie | Tag: , ,

di Stefano Mazzoni

[…] A chi ti senti più vicino nel tuo fare e concepire l’arte?
Io non provengo da un percorso di studi artistici, non mi sono formato sui lavori di altri artisti. Ho cominciato a produrre opere un po’ per caso una decina di anni fa, e solo da allora ho cominciato a guardare i lavori altrui. Credo però che Luigi Ghirri sia l’artista che più mi ha emozionato, ai miei inizi, e al quale devo, per ora, di più.

Da cosa nasce il tuo interesse per la letteratura?
Il mio interesse è soprattutto per le storie, e per il modo di raccontarle. Non sono un appassionato di letteratura.

E cosa significa per te raccontare delle storie?
A me piace innanzitutto osservarle, le storie, immaginarmele quando osservo la vita che sta intorno a me, e farmele immaginare quando le leggo o me le racconta un film. Raccontarle significa farle durare, entrarne a farne parte, renderle mie e allo stesso tempo viverle assieme ad altri. [..]

Dal cielo ai sogni, fino a quest’ultimo lavoro di maggior impatto narrativo. Cosa ispira la tua ricerca artistica?
Non credo che ci sia qualcosa che mi ispiri. Mi piace lavorare partendo dal mio lavoro, trovare all’interno di esso i presupposti per il prossimo, esplorare le strade, o più spesso le tracce, che vi trovo indicate. Mi piace raccontare, e giocare con i modi per farlo. […]

Cliccare qui per l’intervista completa. L’artista la cui fotografia appare in alto a sinistra non è Carlo Dalcielo.

Annunci
Commenti disabilitati su Scoop di Exibart. Intervistato Carlo Dalcielo





I commenti sono chiusi.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: